S.L.U.R.P.

Spazi Ludici Urbani a Responsabilità Partecipata

convegno semiserio per architetti anche precari

Roberta, all’altro capo del tavolo del bar Il Pino, legge un messaggio al telefono ad alta voce: “mi dice che la ventricina può essere usata per costruire…”. La guardo interrogativa e poi mi spiega: “è un gioco che sto facendo con mio figlio, rimasto a casa a Macerata: gli ho chiesto di indovinare cos’è la ventricina; deve rispondere senza consultare internet. Gli ho dato poche possibilità di sbagliare, forse posso aiutarlo dicendo che è qualcosa che si mangia”.

Roberta Trovato, insieme a Daniela Brascugli e Samanta Ubaldi a Macerata fa attività per bambini e non solo con il suo gruppo Les Friches, che chiaramente si ispira alle teorie sugli spazi di risulta urbani e agricoli di Gilles Clément, esplicitati ne Il Giardino in Movimento (it. edizioni Quodlibet, 2011). Quest’anno 2 di loro sono state con noi a Guilmi. Come ci sono finite?

Ce lo racconta l’architetto Annalisa Pecoriello, ospite da anni a Guilmi durante gli eventi di Guilmi Art Project, di cui è fervente sostenitrice:

A Guilmi sostanzialmente erano in vacanza un gruppo di slupers cioè di aderenti al movimento S.L.U.R.P. per la creazione di Spazi Ludici Urbani a Responsabilità Partecipata. L’acronimo nasce da un convegno convocato a Firenze il 5 maggio di quest’anno nell’ambito di un processo partecipativo per il progetto Non solo un Giardino (progetto partecipato per un giardino condiviso in piazza cavalieri di Vittorio Veneto a Firenze, finanziato dall’autorità regionale della partecipazione e gestito dalle associazioni La Città Bambina e Architetti Senza Frontiere).
Durante i workshop dello slurpmeeting è nata l’idea di restare in contatto come gruppi che si occupano di queste cose, creare una rete e fare soprattutto delle “azioni ludiche” in sincronia negli spazi pubblici dei diversi luoghi nei quali ciascuno di noi opera.  E’ nato così un gruppo su facebook che si chiama Slurptruppen per dare visibilità alle azioni ludiche in sincronia, che avvengono in diversi luoghi ogni 6 del mese. L’organizzazione è spontanea, chi vuole entra nel gruppo, fa un’azione ludica introducendo un dispositivo ludico in uno spazio pubblico, la documenta e la mette sulla pagina del gruppo. La prima azione in sincronia il 6 giugno 2012 è stata un vero successo, la racconta l’articolo che ti allego, pubblicato su “Altraeconomia”.

Poi ci siamo un po’ perse con le vacanze, il caldo, il precariato e tutto il resto. Serviva un momento di “riflessione” ma eravamo tutte cotte… è nata così l’idea di alcuni gruppi di slurpers di fare le vacanze insieme e fare contemporaneamente due chiacchiere. Io ovviamente ho proposto di incontrarsi a Guilmi, un posto fresco, economico e stimolante dove divertirsi e magari fare nascere nuove idee. Alle vacanze guilmesi hanno partecipato alcune slurpers con le quali sono in contatto anche nella vita privata e con le quali avevo voglia di andare in vacanza (siamo quasi tutte donne) provenienti da tutta italia: Laura Basco di Indizi Terrestri di Napoli, Roberta Trovato e Daniela Brascugli de Les Friches di Macerata, Anna Uttaro, ricercatrice precaria e mediattivista freelance tra Roma la Sardegna e il resto del mondo, Anna Lisa della città bambina di Firenze e le fantastiche quattro (Paola, Laura, Irene e Viviana) dei Cantieri Comuni di Roma.  Nella casa poi ci sono passati anche Gigi e Francesca** che non fanno parte del movimento e il ragazzo di Laura Basco, Mauro Lazzeri, del LUA**** di San Cassiano, una delle più belle esperienze di partecipazione condotte in Italia. Tutte Good Vibes.

A Guilmi abbiamo fatto due riunioni di lavoro, una il pomeriggio del 14 a casa e una la mattina del 15 al bar Il Pino per scambiarci qualche idea sul futuro della rete S.L.U.R.P******. Ora comunicheremo queste cose a tutti sulla pagina facebook e soprattutto sul vecchio blog dello www.slurpmeeting.wordpress.com, che abbiamo deciso di ristrutturare per farlo diventare un reale strumento di comunicazione e diffusione degli SLURP. Lo slurpmeeting diventerà un appuntamento annuale, il prossimo sarà probabilmente a Roma in primavera. Abbiamo intenzione di fare molti progetti comuni e di andare oltre le azioni slurp dei singoli gruppi del 6 del mese e fare degli SLURP collettivi, dei SUPERSLURP, dove diversi gruppi si incontrano in un luogo per mettere in atto uno SLURP. Vi annunciamo in anteprima che il prossimo sarà a Venezia…stay tuned.

** nella seconda foto in alto a sinistra, mentre prendono parte alla passeggiata ecologica..

**** Lo scorso anno un altro rappresentante di LUA, Juri Battaglini, ha visitato l’evento principale di Guilmi Art Project.

****** ça va sans dire che hanno assistito agli eventi di GAP e dell’estate guilmese. Questo ha fatto sì che Annalisa, come al solito, mi fornisse delle utili chiavi per rileggere il nostro operato a distanza. A questo proposito, ripubblico qui sotto le foto della comunicazione condivisa del comune di Guilmi e nostra, che a suo dire, è la più grande prova di integrazione e del successo del nostro progetto;-)

Annalisa Pecoriello fa parte del Laboratorio di progettazione ecologica degli insediamenti del Dipartimento di urbanistica e pianificazione del territorio – Università di Firenze; è inoltre fondatrice de La Città Bambina, un’associazione che agisce e si pone importanti domande sulla condivisione degli spazi urbani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...